Ultime news

XIX Giornata di Raccolta del Farmaco – Sabato 9 Febbraio 2019

Nuovi Orari Segreteria

da lunedì 18 settembre 2017

La segreteria di Federfarma Pisa effettua il seguente orario:

dal Lunedì al Venerdì: 08:00 – 16:30

Avvicendamento dr. Cristofaro

Gentili colleghi vi comunichiamo che dal giorno 18 c.m. il dr. Mario Cristofaro lascerà l’impiego presso l’associazione.

Comunichiamo che sarà sostituito dalla signora Francesca Giacobbe a cui potete rivolgervi per ogni esigenza. A tale proposito il numero telefonico da contattare è:  050/9657353.

La Tecnofarmadati sarà a disposizione solo per la tariffazione e per problemi ad essa affini.

Chiusura uffici Federfarma Pisa nel periodo estivo

Comunichiamo che l’associazione sarà chiusa per ferie dal 14  al 25 agosto compresi.

Per urgenze è possibile contattare la Tecnofarmadati solo la mattina al numero 050 965 6121.

elezioni 2017-2020

il consiglio direttivo nella prima riunione dopo le elezioni del 1-2 aprile ha nominato :

 Consiglio Direttivo

Presidente: Dott. Riccardo Froli

Vice Presidente: Dott. Pietro Cerri

Segretario: Dott. Italo Desideri

Tesoriere: Dott.ssa Alessia Capone

Consigliere: Dott. Paolo Nanni

Consigliere: Dott. Tommaso Salvadori

Consigliere: Dott Nicola Giglioni

Collegio Sindacale

Presidente: Dott.Carlo Fassorra

Membro Supp: Dott.ssa Maria Carla Bernardini

Membro Supp: Dott. Francesco Giglioni.

Collegio Provibiri

Presidente: Dott. Giulio Gazzini

Membro: Dott. Francesco Salvadori

Membro: Dott. Andrea Giannini

Orario Segreteria Federfarma Pisa

La segreteria di Federfarma Pisa effettua il seguente orario:

dal Lunedì al Giovedì: 08:00 – 14:30

Venerdì: 09:00 – 18:00

COMUNICATO STAMPA

GRF – GIORNATA DI RACCOLTA DEL FARMACO
SABATO 11 FEBBRAIO
RACCOLTI OLTRE 370.000 FARMACI

AIUTERANNO 578.000 BISOGNOSI

Durante la GRF – Giornata di Raccolta del Farmaco di sabato 11 febbraio 2017 sono state raccolteoltre 370.000 confezioni di farmaci, contro le 353.801 dell’edizione 2016 (+4,6%).

Con questi medicinali saranno aiutate più di 578.000 persone (+3,7% rispetto ai 557.000 del 2016) assistite da 1.723 enti caritativi convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus (+3,6% rispetto ai 1.663).

Nella provincia di Pisa sono state raccolte 1785 confezioni di farmaci ( + 5,3% rispetto al 2016).

Questi farmaci andranno ai 15 enti convenzionati con il Banco Farmaceutico.

Nonostante le crescenti difficoltà, la sensibilità e la generosità degli italiani sono aumentate. Tantissimi, donando poco o tanto a seconda delle possibilità, hanno voluto fatto la propria parte.

All’iniziativa hanno aderito 3.850 farmacie (+4,6% rispetto alle 3.681 del 2016). In occasione della GRF, i farmacisti hanno donato590.550 euro.

La realizzazione è stata possibile grazie al supporto di più di 14.000 volontari.

Gli enti assistenziali convenzionati con la Fondazione Banco Farmaceutico onlus hanno espresso un bisogno pari a 1.035.925 farmaci. Con i medicinali raccolti durante la GRF 2017 sarà possibile rispondere al 36% di tale fabbisogno. E’ stato fatto molto, ma molto resta ancora da fare.

E’ necessario e possibile continuare a donare per far fronte alle necessità degli enti.

Banco Farmaceutico opera tutto l’anno attraverso le seguenti attività:

 

  • DOLINE – E’ un’applicazione realizzata in collaborazione con la Fondazione Tim. Consente di rispondere in maniera immediata alle esigenze dei bisognosi, donando farmaci da Tablet o Smartphone. Si può scaricare dal sito doline.it, da iTunes, Google Play o Windows Store.

 

  • DONAZIONI AZIENDALI – Gran parte delle richieste degli enti assistenziali riguarda farmaci con obbligo di prescrizione medica. Per rispondere a tale domanda Banco Farmaceutico collabora con una trentina di aziende farmaceutiche.

 

  • RECUPERO FARMACI VALIDI – All’interno delle farmacie che aderiscono all’iniziativa sono posizionati appositi contenitori di raccolta facilmente identificabili in cui è possibile – con l’assistenza del farmacista – donare i medicinali di cui non si ha più bisogno. Dal 2013 ad oggi, sono stati raccolti oltre 270.000 farmaci, per un controvalore commerciale superiore a 3,5 milioni di euro (per info visita http://www.bancofarmaceutico.org/default.asp?id=377).

 

E’ possibile infine sostenere le attività di Banco Farmaceutico attraverso donazioni con PayPall dal sito internet di Banco Farmaceutico (http://www.bancofarmaceutico.org/default.asp?id=448)

 

La GRF si è svolta sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, in collaborazione con Aifa, Cdo Opere Sociali, Federfarma, Fofi, Federchimica Assosalute e BFResearch. L’iniziativa ha avuto il sostegno di Intesa Sanpaolo, Teva, Doc, EG EuroGenerici, Avvenire, TV2000, Mediafriends, Segretariato Sociale Rai e Pubblicità Progresso.

La Giornata di Raccolta del Farmaco 2017 si è svolta anche nella Repubblica di San Marino e ha ottenuto l’Alto Patrocinio degli Eccellentissimi Capitani Reggenti e il Patrocinio del Congresso di Stato e dell’Istituto per la Sicurezza Sociale.

“La povertà, purtroppo, cresce di anno in anno. Ma anche la solidarietà degli italiani continua a crescere.  Sabato 11 febbraio centinaia di migliaia di persone non solo hanno donato un farmaco, ma si sono coinvolte pienamente nell’iniziativa, esprimendo conoscenza e affetto per Banco Farmaceutico e immedesimazione nella sofferenza degli indigenti. Speriamo con il cuore che questo imponente moto di umanità a cui abbiamo assistito si alimenti ogni giorno dell’anno, che la gente continui a donare e che approfondisca con costanza la conoscenza del bisogno dei poveri. Nonostante siano tantissimi, infatti, i farmaci raccolti durante al GRF copriranno solo una parte di quel bisogno”, afferma Paolo Gradnik, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus.

UFFICIO STAMPA FONDAZIONE BANCO FARMACEUTICO

Paolo Nessi  |  ufficiostampa@bancofarmaceutico.org

auguri1

 1^ Giornata Nazionale per la Salute della Donna: – Esiti iniziative 22 aprile

Il 22 aprile si è svolta la Prima Giornata Nazionale della Salute della Donna, istituita per volere del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, al fine di promuovere la salute delle donne nelle diverse fasi della vita. Ne è scaturito il Manifesto per la Salute femminile (all. n.1), contenente le linee direttrici per avviare una serie di iniziative nei prossimi cinque anni, a partire da quelle suggerite dai tavoli tecnici riunitisi a Roma per l’occasione. Nel corso della Giornata sono state organizzate a Roma dal Ministero della Salute attività di informazione e prevenzione aperte alla cittadinanza

Le farmacie hanno partecipato esponendo la locandina dell’iniziativa e misurando gratuitamente la pressione a tutte le donne. Federfarma ha diramato un comunicato stampa (all. n.2) e ha preso parte a uno dei dieci tavoli tematici che hanno elaborato e proposto le 50 azioni (all. n.3) da mettere in campo nei prossimi anni per la tutela della salute della donna, partendo dal contesto normativo e programmatico in vigore a livello nazionale e internazionale e mettendo a fuoco quelle aree sulle quali è più opportuno rivolgere l’impegno e l’attenzione alla luce della situazione italiana.

In particolare, il Tavolo su “Sessualità, Fertilità e Salute materna”, al quale ha partecipato Federfarma, si è occupato di: sessualità in tutte le fasi della vita, infezioni sessualmente trasmesse, contraccezione, fertilità/infertilità, salute materna (dalla gravidanza all’allattamento).

Nel quadro di attenzione alla salute materno-infantile, per assistere le madri nel percorso di crescita dei propri figli, Federfarma ha realizzato sul proprio sito lo spazio informativo “Lo sai mamma?”, con schede sulla salute della donna in gravidanza e sulle più comuni malattie di neonati e bambini, realizzate dall’Associazione titolari di Milano in collaborazione con l’Istituto Mario Negri e l’Associazione culturale dei pediatri.

Aderendo alla Giornata le farmacie hanno confermato il proprio ruolo di primo presidio sociosanitario sul territorio, fortemente impegnato nella prevenzione e nell’informazione sanitaria. La farmacia italiana ha dimostrato così di avere “nel suo cuore e nel suo DNA tutte le donne”, perché è donna la maggioranza delle persone che entrano in farmacia e di coloro che in essa operano.

Nella stessa ottica di promuovere maggiore consapevolezza sulle azioni che riguardano la salute,  in particolare  nel campo della conoscenza di temi relativi alla fertilità e alla prevenzione dell‘infertilità,  le farmacie  saranno invitate ad aderire al Fertility Day, indetto dal Ministero della Salute il 22 settembre.

all.1

all.2

all.3

Auguri

Il Presidente e il Consiglio dell’Associazione Titolari di Farmacia

della Provincia di Pisa augurano a tutti

 Buona S. Pasqua

Guadagnare Salute

Secondo il Programma nazionale “Guadagnare Salute: rendere facili le scelte salutari” per contrastare le malattie croniche è fondamentale adottare un approccio intersettoriale, coordinare le iniziative e individuare figure che sul territorio possono avere un ruolo decisivo nella promozione di stili di vita salutari. La farmacia rappresenta un contesto privilegiato per la diffusione di informazioni e per la promozione di scelte a favore della salute. Il farmacista per il rapporto che instaura con i cittadini può creare relazioni basate sull’ascolto e approfondire dubbi e problematiche delle persone che a lui si rivolgono

Secondo il Programma nazionale Guadagnare Salute: rendere facili le scelte salutari per contrastare le malattie croniche è fondamentale adottare un approccio intersettoriale, coordinare le iniziative condotte a diversi livelli e individuare i soggetti che sul territorio possono avere un ruolo decisivo nella promozione di stili di vita salutari.

Il farmacista, nel contesto della farmacia, è senza dubbio un interlocutore privilegiato in grado di operare in modo capillare nella realtà territoriale, può contribuire infatti alla diffusione di informazioni e indicazioni utili e creare relazioni basate sull’ascolto per approfondire eventuali dubbi e problematiche.

Dalla collaborazione nell’ambito del Programma Guadagnare Salute, tra il Ministero della Salute, l’Istituto Superiore di Sanità e Federfarma, sono stati realizzati prodotti di comunicazione focalizzati sui corretti stili di vita che possono essere utilizzati dal farmacista sia come supporto informativo per aumentare le conoscenze dei cittadini, sia come spunto per approfondire tematiche specifiche correlate ai rischi prevenibili e modificabili.

Corretti stili di vita

Sono disponibili materiali con informazioni sui principali fattori di rischio: fumo, alimentazione scorretta, sedentarietà, consumo di alcol:

  • Un corretto stile di vita ti aiuta a vivere meglio”  È un pieghevole rivolto alla popolazione generale, descrive i principali fattori di rischio per la salute e, attraverso brevi e significativi messaggi, illustra alcuni comportamenti da seguire per condurre uno stile di vita sano.
  • Aiutati a fare una vita più sana”. È un video della durata di 30 secondi, si sofferma sulla difficoltà che si incontrano ad abbandonare un comportamento non salutare.
  • Il tempo è salute” È un poster pensato per essere collocato nelle farmacie, ha l’obiettivo di fornire alcune informazioni e suggerimenti per la messa in atto di uno stile di vita salutare. Viene valorizzato il ruolo del farmacista, figura chiave in grado di fornire informazioni appropriate e approfondite sugli argomenti illustrati.
  • Il tempo è salute

Ricetta dematerializzata, da marzo validità nazionale a regime

Dovrebbero sparire nel giro di una settimana circa i blocchi informatici che ancora impediscono ai farmacisti di spedire on line il promemoria cartaceo di una ricetta paperless proveniente da fuori Regione. E fino all’inizio di marzo, ticket ed esenzioni da applicare saranno quelli in vigore nella regione dov’è ubicata la farmacia. Sono le indicazioni che arrivano dall’incontro ospitato ieri al ministero della Salute, presenti Sogei, Federfarma e Promofarma, la società informatica del sindacato. Convocata per fare il punto sul dpcm che un mese fa ha dato il via alla libera circolazione delle ricette dematerializzate sul territorio nazionale, la riunione è servita per concordare tempi e tappe del processo e fornire alle farmacie indicazioni operative utili.Blocco dei promemoria da fuori regione. I problemi incontrati finora dalle farmacie nella spedizione di ricette digitali che arrivano da un’altra regione sono dovuti a blocchi di “sicurezza” del Sac di Sogei e dei gestionali delle farmacie. La società delle Finanze sta già provvedendo a rimuovere le sicure dal proprio Sistema, le software house sono state istruite ieri sugli interventi da mettere in campo e dovrebbero eliminare i propri blocchi nel giro di una settimana circa.Gestione ticket e codici esenzione. Il Ministero ha sostanzialmente accolto la soluzione proposta formulata da Federfarma nelle settimane scorse: in questa prima fase (transitoria) le farmacie spediranno i promemoria provenienti da “fuori” secondo le regole vigenti nella propria regione, ticket ed esenzioni compresi. Ma soltanto fino al primo marzo, quando si entrerà nella fase a regime.Fase a regime della ricetta “nazionale”. Sogei ha assicurato che per l’inizio di marzo il Sistema verrà aggiornato in modo da tenere memoria anche dei ticket e dei codici in vigore nelle diverse regioni. Una volta operative le modifiche, la farmacia potrà spedire le ricette digitali provenienti da fuori allo stesso modo di quelle “interne”: sarà il Sac, infatti, ad applicare automaticamente compartecipazioni ed esenzioni della regione di origine, senza alcuna incombenza per il farmacista.

Indicazioni regionali. In attesa che si entri nella fase a regime, alcuni assessorati hanno provveduto a fornire alle farmacie indicazioni sul trattamento da applicare alle ricette dematerializzate extraregionali. E’ il caso di Sicilia e Lombardia, che recepite (anche in questo caso) le proposte di Federfarma hanno autorizzato la spedizione del promemoria in modalità “ricetta rossa”. Si tratterà in ogni caso di indicazioni di breve durata, perché appena saranno rimossi tutti i blocchi i farmacisti potranno tornare alla procedura on line. Da registrare, infine, che nelle settimane scorse il Comitato Salute delle Regioni aveva scritto al ministero delle Finanze per chiedere un rinvio fino a giugno del dpcm sulla ricetta “nazionale”. Il dicastero ha respinto la proposta. (AS)

Consegna gratuita dei farmaci a domicilio
Numero verde 800 189 521

Il servizio consiste nella consegna gratuita dei farmaci a domicilio per casi non urgenti riservato esclusivamente  alle persone che sono impossibilitate a recarsi in farmacia, per disabilità o gravi malattie, e non possono delegare altri soggetti.

Per accedere al servizio chiama il numero verde 800 189 521, attivo nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00. Risponderà un operatore al quale dovrai indicare le tue generalità e l’indirizzo al quale recapitare il farmaco.

Successivamente l’operatore verificherà quali farmacie vicine al tuo domicilio sono disponibili ad effettuare il servizio.

Qualora ci siano farmacie disponibili, l’operatore ti metterà in contatto telefonico con la farmacia più vicina al tuo domicilio, alla quale potrai richiedere la consegna a domicilio dei farmaci.

Sarà la  farmacia a concordare con te le modalità e i tempi di consegna del farmaco richiesto.

Il servizio è offerto dalle farmacie associate a Federfarma che hanno aderito all’iniziativa, alla quale non partecipano le farmacie comunali. Al momento il servizio non è attivo nelle Province di Cuneo e Genova.

In farmacia la salute è di casa

Il servizio è svolto con il patrocinio del Ministero della salute